Lo yoga ci insegna
a modificare ciò che non può essere accettato
e ad accettare ciò che non può essere modificato.

Yoga Fiumicello

Wave yoga

Corsi di Wave yoga in acqua

Yoga Staranzano

Corso Buddismo Theravada

12 incontri sulle "vie del Buddha"

Meditazione e consapevolezza

Percorso di meditazione e consapevolezza

ODAKA YOGA

Odaka Yoga è uno stile di yoga innovativo nato da oltre trent’anni di ricerca e sperimentazione. 
Roberto Milletti e Francesca Cassia danno vita ad un nuovo concept, “Live Centred, Liquefy your Limits, Embrace the Power”, che trova ispirazione dall’osservazione del moto dell’oceano e delle sue onde, dove nel fondere il Bushido (la via del guerriero), lo zen e lo yoga, sono espressi fisicamente ed emozionalmente i principi di trasformazione, adattabilità e forza interiore.
I ritmi naturali del moto ondoso vengono riprodotti dal corpo durante la pratica, così da fargli acquisire la cedevolezza dell’acqua.

Biomeccanica e movimento fluido del Guerriero Odaka, ti permette di vivere centrato nel bel mezzo del caos.
Rieducare il corpo a muoversi nella sua integrità risvegliando l’intelligenza corporea. 
Creare sequenze specifiche per differenti aree del corpo. 
Agire sull’allineamento posturale prevenendo incidenti a livello muscolare, scheletrico e tissutale. 
Attivare i muscoli in un movimento bilanciato e funzionale, che rafforza e allunga al contempo.
La forza mentale di uno Zen Warrior, è la capacità di superare e controllare la resistenza mentale, i pensieri e le emozioni negative le quali, fanno si che le cose accadano.
La tua mente, quando è in uno stato di vacuità  e rilassata, è una forza molto potente.
Tuttavia, per mantenerla in tale stato, devi abbandonare i concetti di vittoria e sconfitta; in questo modo avrai accesso a un potere personale incredibile.
Uno Zen Warrior non cerca nulla, perfino quando trova qualcosa.
Nella parte finale della lezione è compresa la Meditazione con campane tibetane.

PILATES

Il Pilates ha lo scopo di rafforzare il corpo senza aumentare eccessivamente la massa muscolare, di sviluppare fluidità e precisione dei movimenti, di migliorare o correggere la postura con un lavoro centrato sulle regioni addominale e dorsale.
Il Metodo si prefigge di ottenere questi obiettivi eseguendo movimenti lenti, mantenendo una grande concentrazione e attenzione alla respirazione, in modo che l’attività fisica risulti in una maggiore consapevolezza del proprio corpo e dei movimenti che si compiono. Il Pilates è costituito da un’ampia gamma di esercizi da svolgere a corpo libero sotto la supervisione di un allenatore specializzato.
Ogni esercizio viene ripetuto poche volte rispetto alle lunghe ripetizioni di altri tipi di allenamento, ma deve essere eseguito lentamente e con grande precisione. Era infatti convinzione di Pilates che «poco movimento ben programmato ed eseguito con precisione, in una sequenza bilanciata, abbia lo stesso valore di ore di contorsioni forzate ed eseguite in modo approssimativo».
Il Pilates mira ad allenare tutto il fisico; tuttavia il lavoro specifico che svolge sulla parte centrale del corpo, ossia sulle regioni addominale, dorsale e lombare, rendono questo metodo adatto in particolare a chi ha bisogno di correggere la postura e riequilibrare i carichi sulla colonna vertebrale.
Il Pilates è stato utilizzato per la riabilitazione o come metodo di allenamento e, grazie alla quantità e diversità degli esercizi di cui dispone, può essere adattato alle capacità di ciascuno.
La scelta di un centro specializzato dove praticare Pilates consente di svolgere gli esercizi con un allenatore che saprà calibrare il programma sulla base delle particolari esigenze di ogni persona e potrà tenere conto di eventuali difficoltà o problemi individuali.

HATHA YOGA

L' Hatha Yoga intende realizzare l’ambizioso progetto di far funzionare in armonia le due parti che compongono ogni cosa tramite delle posizioni (asana) e il controllo del soffio vitale (pranayama), che ne costituicono la parte centrale e più importante. 
Abbastanza importanti sono poi le tecniche di purificazione corporea (shatkarman) e le contrazioni (bandha) di determinate parti del corpo, che accompagnano la ritenzione del respiro. Ancora, un’importanza particolare rivestono poi nello Hatha Yoga, i mudra (letteralmente sigilli), gesti che hanno lo scopo di sigillare l’energia all’interno del corpo.
Hatha, letteralmente significa sforzo violento, ma il suo significato è più complesso. La parola è composta da ha (sole) e tha (luna), anche riferendosi al passaggio dell’aria nella narice destra (assimilata al sole) e nella narice sinistra (assimilata alla luna). Quindi lo Hatha Yoga vuole rappresentare l’insieme dei due respiri. Possiamo vedere nei due astri – il sole e la luna – anche il maschile e il femminile, il caldo e il freddo, il giorno e la notte, il cuore e la ragione, la testa e la “pancia”… Nello Hata Yoga tutte le dualità e gli opposti che ci vengono in mente mirano ad essere riuniti, e a funzionare in armonia. 

Nella parte finale della lezione è compresa la Meditazione con campane tibetane.

HAMYOGA – yoga base sull'amaca

HamYoga vi regalerà la sensazione di leggerezza perché in molti momenti sarete sospesi su amache di stoffa su cui eseguirete le posizioni dell'Hatha Yoga tradizionale. Liberarsi dal senso di gravità porta benefici fisici e mentali.
Soprattutto il sistema circolatorio e quello linfatico sentiranno i benefici dell HamYoga e la vostra colonna vertebrale vi ringrazierà. Le lezioni sono di livello base, perfette se soffrite di dolori alla schiena,avete necessità di rinforzare spalle,gambe ed addome unendo anche la capacità di far fluire il respiro all'interno di allungamenti controllati grazie allo strumento.
Se il vostro obiettivo è anche rilassarvi, l'HamYoga farà al caso vostro senza alcun tipo di rischio per la salute. I 60 minuti di corso sono accompagnati da musica rilassante , un'insegnante esperto e profumi delicati.
Rispetto allo Yoga “tradizionale” per praticare con l'amaca è obbligatorio indossare calze, leggins lunghi e maglietta a maniche corte

MEDITAZIONE

Essere se stessi, uno stato misurabile oggettivamente.
l nostro corpo ha una capacità di guarire se stesso molto maggiore di quanto crediamo. L'esperienza della Meditazione crea la condizione ideale per attivare la capacità innata di guarigione del nostro corpo.
Fortunatamente questo è molto più facile di quanto si pensasse, come è stato confermato da 600 ricerche scientifiche; sono 6 milioni le persone che praticano la Meditazione in tutto il mondo e in Italia sono 40.000. C’è solamente bisogno della giusta tecnica e di istruzioni adeguate.
Nella vita quotidiana la nostra attenzione è costantemente focalizzata su qualcosa di diverso da noi stessi, è su qualcosa che vediamo, che udiamo, che sentiamo o pensiamo.
Dal momento in cui ci svegliamo al mattino fino al momento in cui ci addormentiamo alla sera, siamo su un treno ininterrotto di pensieri e di esperienze, senza mai prenderci del tempo per stare semplicemente soli con noi stessi. Così colui che conosce ‘l’io sono’, non conosce mai se stesso.
Rivolgendo la propria attenzione verso l’interno, piuttosto che verso l’esterno. Se non c’è niente che attiri l’attenzione della mente verso l’esterno la mente andrà verso l’interno. Ciò significa: nessuna percezione, niente da fare, nessun pensiero, semplicemente solo uno stato di puro ‘essere’, essere se stessi. ‘Conoscere se stessi’ è la stessa cosa che ‘essere se stessi’.
Ma come possiamo entrare in questo stato? È facile non vedere o non fare nulla, basta sedersi con gli occhi chiusi. Ma non pensare a nulla?
Chiunque abbia mai provato a pensare a nulla sa che è molto difficile, perché più si cerca di non pensare, più si pensa.
Questo è il modo in cui la meditazione si è messa sulla pista sbagliata, il fatto che la gente abbia iniziato a cercare di entrare in questo stato.
In sostanza, che la vera meditazione è esattamente l’opposto di ciò che oggi la gente intende per “meditazione”, cioè una qualche forma di concentrazione o controllo della mente. Se facciamo anche il minimo sforzo, come la maggior parte delle tecniche di concentrazione richiedono, stiamo solo mantenendo la mente attiva e quindi in realtà impediamo alla mente di trascendere gli stati più sottili del pensiero e di sperimentare quel puro silenzio.
Mentre un insegnante di Meditazione qualificato può guidare qualsiasi persona verso questo stato di trascendenza e dare poi le istruzioni appropriate per consentire alla mente di ritornarvi da sola in modo completamente naturale, senza sforzo e spontaneamente.

YOGA FUSION – PROPEDEUTICA

Lo Yoga Fusion è una disciplina ideata per ristabilire il giusto equilibrio tra corpo e mente attraverso una fusione tra il pilates e lo yoga. L’obiettivo è quello di lavorare su tutto il corpo fondendo la concentrazione dello yoga al miglioramento dell’equilibrio fisico e della tonificazione del pilates. Le lezioni sono strutturate per la comprensione e preparazione fisica delle asana attraverso posizioni, esercizi e strumenti che si ritrovano anche nel metodo Pilates. Lo Yoga Fusion è quindi un susseguirsi di esercizi di allungamento della spina dorsale e di stimolazione della muscolatura addominale eseguiti molto lentamente e con molta concentrazione. La sequenza degli esercizi è sempre molto lenta, armoniosa e continua.

Tai Chi

Il Tai Chi fa affidamento su movimenti lenti e consapevoli, con l’obiettivo di ottenere attraverso l’armonia del corpo quella dello spirito.
La loro esecuzione servirà a comporre le varie “forme”, sequenze che mimano il combattimento con un ipotetico avversario.
Questa pratica punta a sviluppare l’energia interiore dell’individuo, il Chi, considerata ben più potente della semplice forza fisica. Le sue basi poggiano sul concetto taoista di equilibrio tra gli opposti, tra Ying e Yang. Da qui si parte verso una riscoperta del proprio essere interiore e il miglioramento di sé.
La pratica del Tai Chi offre, nella sua accezione marziale, la possibilità al più debole di avere la meglio anche su avversari fisicamente più forti. Risulta in genere praticabile da chiunque e viene associata a una tipologia di esercizio fisico“moderata”.
Attraverso la pratica del Tai Chi si possono ottenere benefici che interessano allo stesso tempo la mente e il corpo.
All’aumento della vitalità della prima corrisponde un’altrettanto intensa stimolazione del secondo, che ne otterrà in più agilità, prontezza di riflessi ed equilibrio.

Il Tai Chi contribuisce inoltre a ridurre i possibili disagi legati a uno stile di vita sedentario o a regimi alimentari poco salutari, per quanto se ne raccomandi in ogni caso (in riferimento a questi ultimi) la correzione.
Rappresenta una tipologia di esercizio che, se affrontata con il giusto approccio, oltre a essere salutare risulta piacevole e gratificante.
Molti sono i benefici anche per quanto riguarda il ritrovamento della propria calma interiore. Aiuteremo così la mente a gestire meglio le situazioni di stress o le relazioni interpersonali.

SUP YOGA

Dimenticare lo stress della vita di tutti i giorni su una tavola da surf, facendo yoga.
Sì certo e come non cadere in acqua? Il punto del Sup Yoga (stand up paddle yoga) è proprio quello: imparare a stare in equilibrio per ritrovare la calma interiore.
Ma andiamo con ordine, non è solo un nuovo approccio alla meditazione, è soprattutto un vero e proprio allenamento a tutto tondo.
Motivo?
Per rimanere in piedi sulla tavola, in mezzo all'acqua, bisogna chiamare a raccolta tutta la muscolatura profonda, con un conseguente effetto rassodante a 360°. 
Il Sup Yoga è una tecnica iche ha pensato di unire gli effetti benefici dello yoga a quelli dell'acqua. Per fare questo, si utilizzano solo alcuni tipi di asana che potessero essere realizzate sulla tavola da surf, in mezzo all'acqua. Il Sup Yoga si può praticare in mezzo al mare (che sarebbe la cosa migliore visti i suoi incredibili effetti benefici) ma anche al lago e durante una lezione non manca mai una parte dedicata ai Pranayama per sfruttare il grande beneficio dello iodio sulla tiroide.

E' una disciplina rivolta a tutti gli amanti dell'acqua e di una disciplina che non essendo uno sport,non prevede una preparazione specifica e competizione.
Lezioni Base.

WAVE YOGA

CHE COS'È
Il Wave Yoga sta per “onda yoga”, ovvero lo yoga che si pratica in acqua (anche se non serve saper nuotare) utilizzando il respiro e le posizioni (Asana) con un ritmo naturale e spontaneo , come le onde del mare.
I movimenti sono più lenti , profondi e si gestisce il flusso dell'aria nel corpo in totale armonia al movimento creando così una fusione tra l'acqua e noi stessi.
Generalmente gli esercizi vengono svolti con i piedi appoggiati al fondo del mare o della piscina, ma a volte capita di assumere posizioni in galleggiamento.
Lo scopo e di rendere più Fluido ogni movimento per allungare la muscolatura, rilassare la colonna vertebrale ed una volta finita la pratica sentirsi sciolti e più leggeri nei movimenti.
Si dice che lo Yoga sia come aprire la finestra e la porta , il giro d'aria porta aria nuova , come l'ossigeno per i muscoli ; Il benessere fisico e psichico del nostro corpo è quindi direttamente influenzato da una corretta ossigenazione delle cellule che vengono così nutrite in modo adeguato prolungandone la vita.
Lo Yoga non ha età e non essendo un'attività sportiva non prevede competizione e sforzo ma cncentrazione e rispetto per il proprio corpo.

I BENEFICI
Il Wave Yoga ha molti benefici , in parte anche grazie alla suggestione psicologica distensiva che deriva dal fare le asana immersi nel mare o in una piscina.
La pressione dell'acqua agisce da resistenza rispetto ai movimenti del corpo, rendendoli più lenti, e la densità del liquido, che è maggiore di quella dell'aria, aiuta a far mantenere più a lungo le posizioni difficili.
Questo porta a risvegliare zone specifiche dell'organismo compresi i canali energetici del corpo, con una conseguente crescita del benessere del corpo,della mente e dello spirito.
L'acqua inoltre induce a una meditazione molto naturale e a una coordinazione motoria maggiore. A questo si aggiunge il fatto che con il Wave Yoga lo sforzo fisico è ridotto al minimo e le articolazioni non sono sollecitate, con conseguente rilassamento del blocchi muscolari e un diffuso senso di pace.
Ci si può così concentrare meglio sul controllo della respirazione.

PERCHE IN ACQUA
Il Wave Yoga agisce anche nel profondo della nostra psiche, aiutando chi lo pratica a rimettersi in contatto con l'elemento da cui proveniamo, l'acqua.

YOGA NIDRA

La tecnica dello yoga Nidra non solo fornisce il rilassamento per il corpo e la mente, ma ha anche una serie di vantaggi.


Lo Yoga Nidra è una delle pratiche di pratyahara dove viene interiorizzata la consapevolezza. Letteralmente, Yoga Nidra significa “sonno psichico”, cioè il sonno con la piena consapevolezza.
Nella pratica dello Yoga Nidra il corpo dorme, ma la mente rimane  sveglia per le istruzioni. In psicologia, lo stato conseguito nello yoga nidra è definito lo stato ipnagogico, uno stato tra il sonno e la veglia. Lo Yoga Nidra ha la sua origine nell’antica pratica tantrica chiamata nyasa.
Swami Satyananda Saraswati (1998) ha adattato e ha presentato la pratica di Yoga Nidra in modo sistematico e scientifico nel 1960.

Lo Yoga Nidra è effettuato nella posizione di shavasana, con gli occhi chiusi. In questa fase, all’inizio il rilassamento del corpo e della mente sono indotti dalla consapevolezza della quiete, dal comfort, dalla postura, dalla posizione, dal respiro e dall’ascolto dei suoni esterni con l’atteggiamento di un testimone.

I vantaggi dello Yoga Nidra


1. Minimizza la tensione
Nel mondo moderno il problema internazionale è la tensione. Un’alta percentuale di persone sono in uno stato di tensione e frustrazione. Questo livello continuo di tensione nel corpo, nella mente e nelle emozioni predispone l’individuo verso disturbi psicologici e psicosomatici. La psicologia moderna così come la filosofia dello yoga crede in tre tipi di tensione: quella muscolare, emotiva e mentale, che possono essere progressivamente rilasciate attraverso la pratica sistematica e regolare dello Yoga Nidra.

2. Allena la mente
Nello Yoga Nidra, il sankalpa allena la mente subconscia e quindi la mente ordinaria segue il percorso automaticamente. Il sankalpa aiuta nella formazione della mente, perché agisce quando la mente è rilassata e pronta ad assorbire tutto.


3. Rilassa la mente
Il cervello è il mediatore di collegamento tra la mente, il corpo e le emozioni. Nello Yoga Nidra l’intensificazione della consapevolezza del corpo stimola il cervello. Quando la consapevolezza è ruotata sulle diverse parti del corpo, non solo viene indotto il rilassamento fisico ma anche quello psichico. La sequenza di rotazione della consapevolezza nello yoga nidra è in conformità con la mappa nella materia bianca cerebrale del cervello. Quando la consapevolezza viene ruotata più volte con la stessa sequenza, questo induce un flusso di energia pranica nel circuito neuronale del cervello. Questo flusso pranico porta ad avere un’esperienza personale di relax nel cervello.

4. Chiarisce l’inconscio
Fin dalla prima infanzia, si tende a reprimere molti desideri e conflitti. Ogni volta che una situazione minaccia l’ego, i meccanismi di difesa sono chiamati in causa e la situazione conflittuale è repressa o soppressa dall’inconscio. Tutte le esperienze traumatiche, i desideri non realizzati e le situazioni minacciose sono soppresse dall’ego nei regni del subconscio e dell’inconscio della mente. Nei regni più profondi della mente questa materia in conflitto non muore ma resta viva e successivamente si ripropone sotto forma di vari sintomi patologici. La tecnica dello Yoga Nidra tende a chiarificare l’inconscio, evitando quindi di incorrere in problemi patologici.

5. Risveglia la creatività
Alcuni esempi del passato indicano che la creatività è una caratteristica di una mente rilassata e tranquilla. Quando la mente è completamente rilassata, la consapevolezza entra lentamente nei regni più profondi (subconscio ed inconscio) della mente e la persona viene a conoscenza delle facoltà creative e intuitive.



6. Migliora la memoria e le capacità di apprendimento
La tecnica dello Yoga Nidra è utile per aumentare l’apprendimento e la capacità di memoria. Quando lo Yoga Nidra è utilizzato in materia di istruzione, entrambi gli emisferi del cervello dello studente sono coinvolti per l’apprendimento della materia, mentre in aula sono coinvolte maggiormente le funzioni dell’emisfero sinistro. In questo modo, la pratica dello Yoga Nidracoinvolge la mente totalmente nell’apprendimento.

7. Contrasta lo stress
Lo stress è una risposta cognitiva o emotiva da parte del singolo nei confronti di qualsiasi situazione che richiede la ricerca di un equilibrio. Quando le esigenze della situazione superano la capacità del singolo, si incorre in un’emergenza che può manifestarsi sotto forma di sintomi mentali e fisici di anormalità. La pratica dello Yoga Nidra aiuta a costruire la capacità utili per contrastare lo stress. Il praticante di Yoga Nidra diventa lentamente consapevole delle proprie potenzialità sopite e quindi impedisce a se stesso di diventare una vittima del disagio.

RESTORATIVE YOGA

Poche persone conoscono il restorative yoga.
Infatti, benché Lo Yoga Sutra, uno dei libri più letti e rispettati nel mondo dello yoga, parli delle posture fisiche soltanto tre volte, la pratica fisica dello yoga è la più sviluppata. Ci dimentichiamo così, spesso, che lo yoga ha uno scopo unico: quello di permettere al corpo di prepararsi alla meditazione seduta.
A differenza dello yoga dinamico, il Restorative Yoga è una pratica meditativa che permette di calmare la mente, equilibrare il sistema nervoso e rilassare il corpo. Il Restorative Yoga ci aiuta a rilasciare lo stress cronico coltivando "l'arte del far niente". È l'ultimo rimedio per i nostri stili di vita stressanti.

Questo stile di yoga si basa sulla spontaneità e sulla dolcezza, avvalendosi di supporti come coperte, cuscini, mattoni, cinture, sacchi di sabbia, cuscinetti per occhi, sedie e talvolta anche un muro, per indurre il corpo e la mente in uno stato di profondo rilassamento. La premessa è che il sostegno permette al corpo di rilasciarsi naturalmente, lasciando andare la tensione muscolare profondamente radicata e lo stress. Questo poi richiama uno stato di guarigione, di riposo e di rinnovamento.
Il Restorative Yoga favorisce la capacità di abbandonarsi in un totale relax. Ci permette di prendere coscienza delle tensioni che sono presenti quotidianamente nel nostro corpo e nella nostra mente.

Questo stile di yoga è profondamente rilassante e rigenerante. È appropriato per chiunque, a qualsiasi età o fase della vita, o in qualsiasi condizione fisica. È una pratica perfetta per i principianti in yoga, ma anche per i praticanti di yoga più attivi.

La pratica del Restorative Yoga in piena consapevolezza crea il benessere emotivo. Coloro che hanno provato il restorative yoga contro l'ansia e la depressione, si sono infatti sentiti emotivamente più forti e più resistenti. Molte persone hanno detto che la pratica del restorative yoga la sera tardi ha permesso loro di migliorare il sonno in modo significativo.

Una volta che abbiamo sperimentato gli effetti notevoli del restorative yoga sulla mente, sul corpo e sulle nostre emozioni, ne facciamo una pratica regolare.

Gli strumenti del restorative yoga combinano pratiche mentali e contemplative con quelle focalizzate sul corpo.

Gli esercizi di respirazione, la piena consapevolezza e le varie posture hanno una influenza più forte sulla guarigione emotiva che non le pratiche mentali (mindfulness o meditazione) o fisiche (yoga dinamico).

Questi strumenti, infatti, hanno un impatto diretto sul corpo, mentre la maggior parte delle pratiche meditative tradizionali lo fanno più indirettamente. Sono particolarmente potenti nella misura in cui il sistema nervoso è nel corpo, il respiro è nel corpo, il momento presente è nel corpo, la mente è nel corpo. Filtriamo la nostra esperienza emozionale attraverso il corpo.

Unire le pratiche meditative dello yoga con la saggezza nativa del corpo rende il nostro lavoro più completo e rafforza i suoi benefici.

Un giorno, la pratica dello yoga in Occidente si concentrerà nello stesso modo sia sugli elementi meditativi che sugli aspetti fisici. Le comunità della mindfulness e della meditazione potranno allora percepire i punti in comune con lo yoga e collaborare per portare un progresso sia a livello della mente che del corpo. Il restorative yoga apre così la strada ad una forma di meditazione basata sul corpo.

I BENEFICI DEL RESTORATIVE YOGA Il Restorative Yoga ha un'influenza positiva su quasi tutti i sistemi più importanti del corpo, tra cui quelli cardiovascolare, circolatorio, nervoso, linfatico, immunitario, muscolare, scheletrico ed endocrino. La pratica del restorative yoga aumenta anche i livelli di GABA (acido gamma-amminobutirrico), un neurotrasmettitore inibitorio coinvolto nell’ansia e nella depressione.Questo spiega in parte perché allevia lo stress e ci fa sentire meno ansiosi e depressi. Questo stile di yoga può essere utile per le persone con l'insonnia, l'asma, il mal di testa e il dolore cronico.

Alcuni benefici del Restorative Yoga:

Grazie a una pratica costante, il Restorative Yoga può aiutare a: ridurre il cortisolo, l'ormone dello stress, abbassare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, ridurre la tensione muscolare, l'insonnia e la stanchezza generalizzata, migliorare il sistema immunitario, ridurre i livelli di trigliceridi, aumentare il colesterolo "buono", migliorare la digestione e l'eliminazione delle scorie, aumentare la capacità a regolare i livelli di glucosio nel sangue, alleviare il dolore, migliorare la fertilità, stimolare il sistema linfatico, migliorare la circolazione e l'ossigenazione del sangue, calmare la mente, aumentare la flessibilità, sviluppare la capacità di radicamento (grounding), sentendo l'unità tra il corpo e la mente, migliorare l'acutezza mentale

BODY MIND

E’ un insieme di discipline che mirano a proporre delle tecniche di rilassamento per migliorare il proprio benessere psicofisico.
Il Body Mind si basa su una serie di esercizi a corpo libero per aumentare il metabolismo, ridurre lo stress psicofisico e gli stati ansiosi, oltre a rendere il corpo più armonioso, flessibile e con una migliore postura.

Che cos’è il Body Mind? Il mercato del fitness è in continua evoluzione e come ogni altro mercato deve tener conto delle esigenze dei consumatori, i quali pare che si allontanino sempre di più dalle classiche attività “brucia-grassi” a favore di un allenamento più soft in grado di prediligere il benessere psicofisico. La traduzione letterale del termine “Body Mind” è“Corpo – Mente” proprio per indicare i due ambiti nei quali spazia questa disciplina.
La commissione IDEA, l’associazione americana della salute e del fitness, definisce ilBody Mind come “esercizio fisico eseguito con un focus profondamente interiore”, ovvero uno specifico allenamento fisico eseguito con una corretta respirazione in modo da prendere coscienza del proprio corpo.

Come funziona il Body Mind? Il Body Mind si basa su cinque punti fondamentali:
- la componente introspettiva incentrata sul processo e non sull’obiettivo da raggiungere;
– la fusione tra il movimento muscolare e la sensazione data da esso;
– l’importanza di una corretta respirazione;
– l’allenamento del corpo con movimenti mirati;
– i movimenti vengono accompagnati e aiutati da musica.

Il Body Mind, quindi, a differenza degli allenamenti fitness tradizionali, è incentrato sul movimento in divenire e non sul calcolo delle calorie bruciate o del battito cardiaco, pertanto può essere praticato anche da chi ha sempre visto la palestra solo come un luogo per farsi i muscoli o per dimagrire.


Un tipo allenamento come il Body Mind, incentrato quindi su movimenti a corpo libero e a tecniche di respirazione, presenta diversi vantaggi a livello fisico e mentale: è risaputo, infatti, che una costante e leggera attività fisica associata ad una dieta sana ed equilibrata vi aiuterà ad avere un corpo più tonico e forte, con muscoli e articolazioni più robuste, oltre che ad una postura e un equilibrio migliori; da considerare anche che con la maggiore flessibilità del corpo, se ne andranno anche le tensioni muscolari causate da posture scorrette.
A livello mentale otterrete dei benefici in termini di riduzione dello stress, sarete più rilassati, avrete una maggiore consapevolezza di sé e anche l’autostima migliorerà; inoltre percepirete anche un aumento del tono dell’umore, grazie alla produzione di endorfine e di serotonina, sostanze naturalmente stimolate dall'esercizio fisico.